Alex Zanardi guiderà il Charity Program anche quest'anno “I fondi raccolti sono andati davvero ai progetti”

“Non stiamo solo ospitando le organizzazioni non profit, noi diamo vita al Charity Program insieme a Rete del Dono e ad Alex, ci impegniamo noi stessi. Spingiamo per realizzare progetti positivi e possiamo garantire sulla loro utilità perché siamo andati a vedere i risultati” Lorenzo Cortesi è il General Manager della Venice Marathon. L'evento si svolge in un giorno, ma per organizzarlo ci vuole un anno e lui e il suo staff non si fermano mai.

La visita ai progetti solidali realizzati

Anche sul lato della solidarietà, Lorenzo non demanda e ci tiene a raccontare che non si tratta di una semplice mossa commerciale. “Le realtà non profit che partecipano al nostro Charity Program raccolgono fondi che poi vengono usati per progetti veri, concreti. I soldi raccolti dai runner hanno una finalità che noi abbiamo visto”. Cita alcuni esempi, tra cui quello dell'associazione Il Granello di Senape che ha acquistato le attrezzature per la palestra del carcere. “Quegli attrezzi li abbiamo visti con i nostri occhi. Forse non saranno cose eclatanti, ma sono concrete e ci danno soddisfazione”.

Alex Zanardi, molto più di un vip

Il 2018 vede ancora Alex Zanardi in prima fila. Come racconta lui stesso, Venice Marathon ha un sapore speciale per il campione olimpico che qui iniziò la sua attività con la hand-bike che poi l'ha portato a vincere 8 ori mondiali e 4 paralimpici “Non è una madrina che saluta e si fa le foto, è uno sportivo che sposa la causa e che con la sua onlus, Obiettivo3 si è attivato anche quest’anno pr raccogliere fondi per il progetto”. Quest'anno il suo scopo è portare tre giovani atleti alle olimpiadi di Tokyo 2020. “A Venezia è di casa, un amico vero a cui non chiediamo niente, è lui stesso che si impegna in prima persona e ci propone sempre nuove attività”.

Runner, prepararsi sui social

Per i runner, ci sarà l'emozione di partecipare a una corsa unica e a una festa in una città stupenda. “Il nostro obiettivo è il sorriso, non il tempo”. Il percorso passerà anche all'interno di un nuovo museo in costruzione, anche se già la stessa Venezia è un museo a cielo aperto. E per chi non ha mai corso o non ha amici con cui allenarsi, c'è un canale di allenamento “Si chiama 'Dalla 10km ai 42km in 5 mesi' e vi accompagnerà sui social per coronare il sogno di correre una maratona. Basta seguire i consigli dell'esperto”. Se da un lato, i runner si devono allenare per vincere la loro sfida sportiva, dall’altro sono tutti invitati a cimentarsi con la sfida solidale, a scegliere uno dei progetti del Charity Program e diventarne ambasciatori, aprendo una pagina di raccolta fondi su Rete del Dono e invitando amici e parenti a donare!

Non profit, è l'ora di iscriversi

Alle non profit, Cortesi lancia l'invito a partecipare, a crederci e a iscriversi al Charity Program per raccogliere fondi con i loro runner. “Partecipare alla Venice non vuol dire solo correre, vuol dire andare oltre la sfida personale sportiva e legarvi una sfida solidale che dà un ulteriore sapore. Vuol dire concretezza. Sono gesti importanti, i 130mila euro raccolti sono raccolti con il cuore e il sudore di tanti sostenitori e l'impegno di tutta l’organizzazione”.

Contattaci per chiedere informazioni. Scrivi a [email protected] o mandaci un messaggio su Facebook!