Ci siamo! Domani presenteremo i risultati della ricerca “Donare 3.0 - Barriere e opportunità nell’era digitale”, realizzata assieme a PayPal Italia e Duepuntozero Doxa. A questo link ci sono tutte le informazioni per partecipare all’evento.

Noi, nel frattempo, siamo molto emozionati. In queste ultime settimane abbiamo rivisto la presentazione: dati, slide, infografiche, materiale a supporto. E abbiamo avuto ancora una volta modo di capire come dietro ai nudi numeri emerga la materia viva spesso descritta in termini di trend, dato, percentuale.

Quella materia viva che, dal nostro punto di vista, è rappresentata dalle persone che si mettono in gioco in nome della solidarietà, con l’impegno di chi vuole “bucare lo schermo” del computer, emozionare, coinvolgere, far partecipare, condividere. In una parola, costruire. Dall’altra parte ci siete voi: tante persone desiderose di mettersi in gioco in altri termini, donando a favore di chi ha più bisogno, e utilizzando la Rete per farlo nel modo migliore.

Si può parlare a pieno titolo di “fenomeno donazioni online”? Domani ve lo diremo, dati alla mano. Certo, i numeri aiutano a inquadrare la questione, ma è nell’incontro con le storie degli altri che emerge la magia della solidarietà. Dare non perché si voglia qualcosa in cambio, ma per costruire - mattone dopo mattone - quell’altrimenti di cui sempre più persone sentono il bisogno.

Domani insieme a noi, in via Panizza 7 a Milano, ci saranno autorevoli interlocutori, che a noi piace descrivere come insostituibili compagni di viaggio: Antonio Filoni,(Duepuntozero Doxa), Angelo Meregalli (PayPal Italia), Luciano Zanin (presidente Assif). Nel ruolo di moderatore, Paolo Venturi, direttore AICCON.

Molte voci per raccontare una ricerca composta da 1.000 interviste realizzate tra il 13 e il 19 gennaio 2015 e rappresentative dei comportamenti e dei valori di circa 20 milioni di internauti italiani di età compresa tra 18 e 64 anni. Uno studio di cui si sentiva il bisogno, crediamo, anche perché, oltre a tracciare le geografie della donazione online, a descrivere il profilo del donatore tipo, vogliamo mettere tutto questo materiale a disposizione di chi - Onlus e fundraiser in primis - ha bisogno di nuovi strumenti per lavorare al meglio.

Un obiettivo ambizioso, anche per questo siamo emozionati. Vogliamo iniziare un percorso che spieghi quanto il fenomeno delle donazioni online è consolidato tra gli internauti italiani. Vogliamo capire assieme ai nostri interlocutori i driver principali e le barriere che oggi ne impediscono uno sviluppo più strutturato. Questo primo quadro d’insieme servirà anche a capire, insieme a voi, eventuali bisogni non soddisfatti.

Domani i dati e il live-tweeting (hashtag dell’evento: #donare3punto0). Noi, intanto, ci godiamo l’emozione della vigilia. Vi aspettiamo!