C’è sempre una prima volta e per noi ieri è stato così. Abbiamo infatti parlato di Crowdfunding donation based in televisione, ospiti di TgCOM e del programma Smart Life. Un’emozione fortissima, non serve nemmeno dirlo, e non solo perché abbiamo avuto la possibilità di arrivare al grande pubblico.

La puntata registrata ieri - sarà in onda e online il prossimo 3 maggio - è parte di una testimonianza più ampia che riguarda tutto il settore Crowdfunding che ormai rappresenta parte importante del tessuto sociale, economico e culturale del Paese. Ieri, e non solo, ne abbiamo avuto la prova.

Questa importante conferma arriva per noi nello stesso mese in cui festeggiamo i primi 2 milioni di Euro raccolti grazie alla piattaforma di Rete del Dono e alla vigilia della cerimonia di premiazione dei Milano Marathon Awards. Stasera, infatti, chiuderemo in modo splendido un percorso bellissimo a fianco di Organizzazioni Non Profit, Aziende, Personal Fundraiser, riconoscendo (e premiando) i protagonisti che hanno contribuito a rendere la manifestazione un’eccellenza di sport e solidarietà.

Tre tipologie di interlocutori di cui abbiamo parlato anche in trasmissione, ricordando come ormai il Crowdfunding sia uscite dalla nicchia delle origini per arrivare a mobilitare realtà di tutte le dimensioni e tipologie.
A noi piace usare questa formula: dietro a ogni progetto c’è una storia. A questo proposito, la gioia più grande consiste nel vedere le storie e i volti intrecciarsi tra di loro, a prescindere dalle differenze, sulla scorta della comune necessità di costruire quella società più equa di cui tutti abbiamo bisogno.

Pensiamo all’iniziativa “Ti regalo la Luna”, promossa da un big come il Museo della Scienza, che ha mobilitato migliaia di persone nell’ambito dell’inaugurazione della nuova area espositiva dedicata a Spazio e Astronautica. Ma pensiamo anche alle Organizzazioni Non Profit che, grandi o meno grandi, utilizzano il Fundraising e i nuovi strumenti della comunicazione per sensibilizzare l’audience digitale e attivare un unico, grande circolo virtuoso solidale. Pochi giorni fa un Personal Fundraiser ci ha detto: “Fare del bene fa bene!”. Sintesi perfetta, che con rispetto vogliamo fare nostra.

Vorrei concludere il post di oggi con un ultimo pensiero, il più importante, a margine di questo pomeriggio frenetico tra telecamere, microfoni e scalette. Ogni nostro piccolo, grande risultato - compreso quello che vi stiamo raccontando oggi - è figlio anche dell’impegno profuso di tutti coloro che ogni giorno non ci fanno mancare il loro entusiasmo. Quindi, se fare crowdfunding significa anche saper lavorare in Rete, oggi ci tengo molto a ringraziare quella Rete di amici e interlocutori.

Il vostro supporto è per noi insostituibile, oggi e sempre. Grazie mille!