Si torna in strada, si torna in pista, si torna a correre. Dopo un anno di sofferenza per gli amanti di maratone e podismo, un anno che nessuno potrà dimenticare, si riparte davvero. E se c'è qualche difficoltà logistica, è l'entusiasmo che aiuta a sopperire. E il fundraising? Continua ad andare di pari passo con la corsa, proprio come prima del Covid.

Venice Marathon, 50mila euro raccolti

La Venice Marathon di domenica 24 ottobre ha sancito il ritorno delle gare di podismo. La grande partecipazione di atleti dilettanti e della cittadinanza è un messaggio importante per chi temeva che si sarebbe fermato tutto ancora una volta in Italia. 

È un segno decisivo che siano stati raccolti 50mila euro prima della maratona per le non profit iscritte, ma ancora più positivo è il fatto che la raccolta sia continuata dopo la corsa, con tanti runner fundraiser che hanno trovato nuova spinta per coinvolgere i loro amici proprio dopo la gara.

Roma, raccolte fondi da 1000 donatori a non profit

Un fiume di persone ha invaso Roma il 19 settembre per la 2021 Rome Marathon. Erano 7500 gli iscritti, provenienti anche da fuori Italia, per una giornata che ha dato l'idea a tanti che la normalità stia tornando.

E se da qualche parte del mondo le cose non vanno così bene, nella capitale si respirava aria di festa. Sono scese in campo tante Onp, che hanno dato spettacolo, anche nei numeri del loro fundraising: Dynamo Camp ha raccolto 23mila euro con 551 donatori, Sport Senza Frontiere 27mila con quasi 1000 donatori, Airc è volata a toccare i 50mila euro e 1400 donatori.

4500 persone a Padova, tra sorrisi e colore

Ma a fare la differenza sono stati di nuovo i sorrisi, più grandi del solito. Perché fare personal fundraising correndo è entusiasmante, ma diventa ancora più bello quando lo fai dopo un periodo di pandemia.

A Padova il contatore è arrivato ai 4500 iscritti tra Stracittadina, mezza maratona e 10km Rise and Run. Una bella soddisfazione per chi l'anno scorso è stato costretto a correre da solo, in mezzo alla campagna, isolato da tutto e tutti.

I runner del lockdown si uniscono agli storici per gli eventi

Li chiamavano runner Kipsta, li vedevi durante il lockdown a correre intorno a casa, vestiti con kit tecnici acquistati online e scarpe mai provate prima. Hanno scoperto la bellezza della corsa e con la riapertura delle attività non l'hanno abbandonata. Sono alcuni dei tantissimi che si sono uniti agli storici runner per prendere parte alla Pigiama Walk&Run 2021 di Lilt Milano e Monza, Latina, Bologna e Palermo.

Un record di iscrizioni, oltre 1860, e 75 mila euro raccolti. Ma il valore più importante sono le persone coinvolte. Una gioia nei loro occhi incredibile, la bellezza di esserci di nuovo, di stare insieme, di correre e camminare, ma soprattutto di ripartire, insieme.

Prossimi appuntamenti, da Milano a Roma, passando per l'estero

Ora lo sguardo è al 2022, un anno pieno davvero di appuntamenti da non perdere. Se la New York Marathon 2021 salterà per molti europei che non potranno entrare, ci aspettano la Milano Marathon e la Roma Marathon, insieme a tantissime altre corse ed eventi.

Poi ci sono gli appuntamenti all'estero, da Parigi ad aprile a Londra ad ottobre, e stavolta anche New York, che nel 2022 conta di riaprire per tutti. Tutte occasioni in cui la solidarietà la farà da padrona, con tanto di team italiani che andranno a fare personal fundraising anche lì. Perché il runner fundraiser è ripartito e non vuole fermarsi!

Organizzi un evento? Unisci alla sfida sportiva la sfida solidale e fai volare l'entusiasmo.
Scopri come, clicca qui